Le società | Contram

www.contram.it

La Contram S.p.A. deriva dalla trasformazione in società per azioni del Consorzio istituito con decreto del Prefetto di Macerata in data 9 maggio 1977 per sopperire alla defezione dalla gestione dei servizi di trasporto pubblico, della vecchia SAUM (Società Umbro Marchigiana), che aveva lasciato nell’abbandono più completo l’intera popolazione dei Comuni dell’Alto Maceratese.

Ad un primo gruppo di Comuni “Costituenti” il Consorzio, Camerino, Acquacanina, Bolognola, Fiuminata, Montecavallo, Muccia, Pievebovigliana, Pievetorina, Serravalle di Chienti e Ussita, si aggiunsero, nel novembre 1977, l’Amministrazione Provinciale di Macerata e la Comunità Montana zona “I” di Camerino ed i comuni di Caldarola, Camporotondo, Castelsantangelo sul Nera, Fiastra, Fiordimonte, Pioraco, Serrapetrona e Visso.

Con la successiva entrata nel Consorzio dei Comuni di Sefro (marzo 1981), San Severino Marche, Castelraimondo e Gagliole (gennaio 1982), fu completata la compagine che, ad eccezione del Comune di Serrapetrona, che ne è poi uscito, costituisce l'attuale proprietà della Contram S.p.A.

Dal punto di vista dimensionale e dei servizi, la Contram S.p.A., dopo la sua istituzione, è andata via via ampliando la propria sfera di attività mediante le seguenti principali operazioni relative ai servizi di trasporto pubblico locale:

  • acquisizione dei servizi precedentemente gestiti dalla I.N.T. (Istituto Nazionale Trasporti), linee Macerata Civitanova e Civitanova Perugia;
  • rilevamento dei servizi gestiti dalla ditta “Gentili” di Serravalle di Chienti (linea S. Martino - Camerino), gennaio 1982;
  • istituzione del nuovo servizio urbano nella città di Camerino (1982);
  • istituzione del nuovo servizio urbano nella città di S. Severino Marche (1990);
  • rilevamento dei servizi del bacino di Corridonia, Mogliano, Petriolo, dalla ditta SIAMC di Corridonia, giugno 1992;
  • rilevamento dei 2/3 dei servizi gestiti dalla ditta “Perogio” di Macerata (collegamenti di Macerata con Portorecanati, Loreto, Recanati, Filottrano e Appignano) nel maggio 1997;
  • acquisizione dell'Azienda della Cooperativa Autoservizi Pubblici di Fabriano nel dicembre 2002, con conseguente rilevazione del servizio urbano di Fabriano, di n. 5 linee comunali connesse e di una linea extraurbana Fabriano - Genga.

Parallelamente ha via via intensificato i servizi di noleggio da rimessa con conducente ampliando a diciassette unità il proprio organico di autobus dopoché, per i primi anni, le era stata preclusa la gestione di detti servizi.

Nell’anno 1991, tramite apposita convenzione con il comune di Camerino, è stata intrapresa anche l’attività di gestione di parcheggi a pagamento nel centro storico di Camerino; nel mese di aprile 1999, sempre a Camerino, si è intrapresa la gestione del parcheggio con annesso percorso pedonale meccanizzato.

Il 3 giugno 2003 la Contram S.p.A. ha completato l’operazione di scissione parziale proporzionale che ha portato alla costituzione della Contram Reti S.p.A., società beneficiaria, la quale è diventata proprietaria delle reti, impianti e dotazioni del T.P.L. ai sensi dell’art. 35 della legge n. 488/2001.

La Contram Reti, il cui capitale appartiene agli stessi Enti soci della Contram S.p.A., a decorrere dal 3 giugno 2003, è quindi proprietaria del deposito autobus, dell’officina e del lavaggio di Camerino, del deposito autobus di Fiuminata, del deposito autobus di Loreto, del deposito autobus con annesso box prefabbricato e impianto di lavaggio di Fabriano, del deposito autobus di San Martino di Serravalle di Chienti e di due box prefabbricati posti nello stesso Comune. Questi beni sono dati in concessione alla Contram S.p.A. in quanto necessari e strumentali all’espletamento del servizio.